OK

Continuando a navigare su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie allo scopo di analizzare e misurare il pubblico, il traffico e la navigazione, definendo servizi e offerte adattati ai tuoi interessi e interessi personalizzati e condividendo o reindirizzando da siti di terze parti. Per ulteriori informazioni e impostazioni, fai clic su scopri di più.

Come realizzare la transizione a ISO 45001?

Apprendi subito e in maniera semplice le principali tappe per la migrazione a ISO 45001.

Se desideri distinguerti dalla concorrenza e dimostrare il tuo impegno nei confronti dei tuoi lavoratori, ti consigliamo di iniziare la migrazione a ISO 45001.  ISO 45001 seguirà lo stesso schema di transizione di altri standard recentemente aggiornati. Dopo la pubblicazione della nuova norma, lo standard precedente– OHSAS 18001 – rimarrà  valido per un periodo di tre anni. Una volta scaduto questo termine, le certificazioni OHSAS 18001 non saranno più valideDa LEAD di Bureau Veritas ti raccomandiamo di aggiornare il tuo Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro  per adattarlo alla nuova versione. 


PASSAGGI PER REALIZZARE LA TRANSIZIONE A ISO 45001

Sappiamo che ogni organizzazione è diversa, quindi è probabile che i passaggi necessari per regolare il tuo Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro siano diversi, ma in linea generale abbiamo individuato i seguenti passaggi:

1. Conosci lo standard. Leggendo lo standard e sapendo come interpretarlo, ti assicurerai di avere una panoramica generale sulla norma, in modo da poter strutturare una strategia di implementazione. Ci sono molti modi per conoscere lo standard: dalle guide comparative, ai documenti tecnici, alle guide di lavoro, ai corsi... C'è un'ampia gamma di possibilità per approfondire le nuove versioni.
2. Esegui un'autovalutazione del tuo attuale Sistema di Gestione della Sicurezza e della Salute sul Lavoro, identificando le aree di miglioramento rispetto al nuovo quadro normativo di ISO 45001. Attraverso questa autovalutazione, sarai in grado di identificare le azioni prioritarie, oltre ad avere una visione dettagliata della maturità del tuo Sistema di Gestione della Sicurezza e della Salute sul Lavoro.
3. Una volta individuati tutti i settori di intervento, è consigliabile elaborare un piano d'azione.

Logicamente, questo piano dipenderà dai risultati della diagnosi, ma in generale, i passaggi da seguire sarebbero:
a. Creare un team di lavoro e formarlo su ISO 45001.
b. Identificare e analizzare le parti interessate.
c. Controllare la portata del sistema.
d. Rivedere le mappe del processo.
e. Rivedere le modalità di gestione dei rischi nell'organizzazione, quali metodi e approcci devono essere utilizzati per applicarli al Sistema di Gestione della Sicurezza e della Salute sul Lavoro.
f. Aggiornare i documenti del Sistema di Gestione della Sicurezza e della Salute sul Lavoro, individuando quelli da aggiornare e quelli da elaborare o eliminare (informazione documentata). 
g. Effettuare una convalida completa o pre-audit, grazie alla quale sarai in grado di comprendere appieno i nuovi requisiti e il loro impatto sull'attuale sistema di gestione. Dopodiché, avrai chiaro quali azioni è necessario intraprendere per completare con successo il processo di migrazione. 
h. Stabilire le azioni correttive necessarie per la chiusura delle risultanze riscontrate nel pre-audit e presentare il relativo piano di misure. 

Seguendo questi passaggi, sarai pronto a ricevere l'audit di certificazione, secondo la nuova ISO 45001.

 


PROSSIMAMENTE. NUOVI PRODOTTI ISO 45001

Analisi Globale ISO 45001:2018. Aula virtualeStrumento online di auto valutazione ISO 45001:2018La norma ISO 45001:2018Strumenti pratici ISO 45001:2018